La storia di Adeo

Dalla creazione di Leroy Merlin negli anni '20 del Novecento, il Gruppo Adeo ha accompagnato le evoluzioni della società e si è impegnato in tutte le grandi trasformazioni della distribuzione per rispondere alle esigenze degli abitanti nei settori legati all'habitat. Dall'invenzione della consegna gratuita alla svolta omnicanale e all'azienda-piattaforma, scopri la nostra storia.

Quasi un secolo di storia Adeo

1920-1930
1940-1950
1960-1970
1970
1980
1990
2000
2010
2020
1940

La Francia esce dalla Prima Guerra Mondiale. Occorre ricostruire il paese. Adolphe Leroy decide di fare buon uso delle eccedenze lasciate dagli Alleati. Nel 1921, apre il primo Stock Américain nel Passo di Calais. Nel 1923, passa il testimone al figlio e alla nuora, Rose Merlin. Per aiutare gli abitanti a ricostruire le proprie abitazioni, Adolphe figlio propone i materiali non più ai grossisti ma direttamente ai privati, con un servizio di consegna gratuito. Mai visto prima! Il mercato del bricolage si sviluppa e la piccola azienda dei "Leroy-Merlin" è in piena espansione. Alla fine degli anni '30, i chioschi "Stock Américain" popolano tutta la regione!

1950

L'attività è interrotta dal secondo conflitto mondiale. I locali del negozio vengono distrutti dai bombardamenti. Ma, al termine della guerra, occorre ricostruire nuovamente. Adolphe si procura nuove merci e apre tre magazzini. Ora vende abitazioni complete. Gli affari vanno a gonfie vele

1960

Con il baby-boom, la Francia ha bisogno di abitazioni. Aprono i primi supermercati, il commercio si trasforma. È il momento degli svaghi e del tempo libero. Si ha un'esplosione dei consumi. Nuova epoca, nuovo nome! I figli Leroy danno vita al marchio Leroy-Merlin. Stoviglie, bricolage, elettrodomestici, casa: Leroy-Merlin vende "tutto sotto lo stesso tetto" e lancia un nuovo concetto: il self-service. Le priorità rimangono il prezzo, la scelta e il servizio. Per ampliare la propria clientela alle famiglie, il marchio lancia il suo primo slogan: "L'Enchanteur Leroy-Merlin".

1970

La storia di Leroy-Merlin, che conta ormai più di 30 negozi, continua. Ma i tempi cambiano progressivamente. È la fine del boom del dopoguerra. Appaiono problemi della società e i fratelli Leroy cercano un socio. Nel 1979, l'AFM (Association Familiale Mulliez) entra nel capitale al 50%, prima di acquisire l'intero marchio nel 1981.

1980

È l'epoca della rifondazione: Leroy-Merlin semplifica le proprie gamme, si riconcentra sul bricolage, punta sull'arredamento e la decorazione della casa e sviluppa il concetto del "No parking, no business". Una scommessa vincente! È anche il momento della condivisione. Dopo l'instaurazione della partecipazione all'utile e del bonus di merito, i collaboratori diventano azionisti dell'azienda nel 1986. Contribuiscono quindi ai risultati dell'azienda, beneficiandone a loro volta. Più che una politica, la condivisione del sapere, del potere e dell'avere diviene una filosofia, il DNA di Leroy Merlin.

1990

È l'epoca dell'espansione. Leroy Merlin diviene una federazione di aziende autonome e lancia il proprio sviluppo internazionale. Dopo l'apertura di un primo negozio in Spagna dal 1989, il Gruppo avvia una serie di acquisizioni di marchi, a cominciare dal belga Bricoman, e diversifica i propri mercati. Nel 1995, Leroy Merlin è la prima azienda a lanciare un'iniziativa inedita: Vision. I collaboratori sono invitati a immaginare il futuro dell'azienda dopo 10 anni. Si instaurano una dinamica di co-costruzione e un nuovo stile di gestione partecipativa. I negozi si reinventano, si lanciano i sondaggi sulla soddisfazione dei clienti e appaiono nuovi servizi: il ritiro in magazzino, l'assistenza telefonica, la carta fedeltà. Trent'anni dopo, Vision ispira ancora la strategia di Adeo.

2000

È l'epoca dell'internazionalizzazione. Il Gruppo Leroy Merlin apre negozi in Russia, Brasile, Spagna, Italia, Polonia, Portogallo, Grecia, Cina. Bricoman apre i battenti in Spagna nel 2004 con il nome Bricomart. L'italiano Bricocenter, AKI in Spagna e in Portogallo e Weldom in Francia si uniscono alla rete. Nel 2007-2008, vengono creati il marchio di arredamento Zôdio e lo specialista delle soluzioni abitative sostenibili Kbane. Nel 2007, Il Gruppo Leroy Merlin diviene Adeo per rispecchiare meglio la diversità delle proprie attività. Adeo si sviluppa ulteriormente con l'acquisto, nel 2010, dei 60 negozi di Castorama Italia.

2010 2

È l'epoca dell'omnicanale. In una società in cui i social network, il web mobile e l'e-commerce diventano sempre più accessibili e si dimostrano realmente utili, Adeo avvia la propria trasformazione per divenire un gruppo cross-canale e collaborativo. Dal "tutto sotto lo stesso tetto" al "tutto sotto lo stesso dito", il nuovo modello nascente unisce le modalità fisiche e digitali. Nel 2017, Adeo si apre a tutti i suoi ecosistemi per costruire la piattaforma dell'habitat "utile a sé, agli altri e al mondo" e proporre agli abitanti soluzioni complete, dal prodotto alla sua installazione, collaborando con partner installatori.

Image Hp

È l'epoca dell'impegno responsabile. Dinanzi all'emergenza sociale e ambientale, Adeo struttura le sue diverse iniziative di sviluppo sostenibile. Il Gruppo assume impegni significativi per consentire al maggior numero possibile di persone di accedere a soluzioni abitative positive e sostenibili e per creare migliori contesti di vita per tutti. L'obiettivo è chiaro: divenire un'Azienda con Impatti Positivi sotto ogni punto di vista: economico, umano e ambientale.